Prevenzione delle intrusioni indesiderate nei dispositivi mobili

Cosa dicono di te il tuo smartphone, tablet o dispositivi indossabili? Sei consapevole del fatto che stai trasportando dati sensibili ovunque tu vada, sempre? Hai idea di quanti dati acquisisce il tuo gestore di telefonia mobile? Sia che i dati siano sotto forma di messaggi di testo contenenti informazioni sul conto bancario, messaggi privati ​​a terzi significativi o chiamate che fanno riferimento a informazioni sensibili, il tuo gestore di telefonia mobile ha accesso a tutti i dettagli.

E non è tutto. Considera le informazioni che inconsapevolmente invii a chiunque al di fuori del tuo gestore telefonico. Se gli hacker violano il server del tuo gestore di dati, cosa troveranno in esso? Molto probabilmente, possono ottenere informazioni essenziali come la tua posizione attuale, i numeri di previdenza sociale, l’indirizzo fisico, le informazioni bancarie, ecc. Il problema è che a meno che non ti sia già preparato per una violazione dei dati, le tue informazioni personali sono lì solo per presa.

Le principali aziende proteggono laptop e computer desktop dagli attacchi informatici investendo enormi quantità di risorse in programmi antivirus. Tuttavia, mentre lo fanno, dimenticano che i dispositivi portatili non sono completamente protetti. Poiché i cyber criminali hanno acquisito molta esperienza nell’hacking dei dispositivi mobili, anche la necessità di sicurezza mobile è cresciuta nel tempo. Per lo stesso motivo, le app di sicurezza mobile, come un’app VPN gratuita, hanno guadagnato popolarità negli ultimi tempi, garantendo la completa privacy della tua identità.

Chi può accedere ai dettagli del tuo cellulare?

Per prevenire intrusioni indesiderate nei tuoi dispositivi mobili, devi prima sapere chi rappresenta la più grande minaccia alla tua sicurezza. In primo luogo, i criminali informatici sono la più grande minaccia quando si tratta di sicurezza mobile. Tentano di inviarti virus e trojan con il solo scopo di rubare i tuoi dati o ottenere il controllo del tuo dispositivo mobile. Una volta che ciò accade, possono entrare nel tuo conto bancario per rubare denaro, bloccare il telefono e chiedere il riscatto o ottenere un accesso indesiderato alla tua vita personale.

In secondo luogo, i funzionari governativi possono accedere al tuo dispositivo mobile senza ottenere il tuo permesso. Se non credi che ciò accada, chiedi a Edward Snowden – che ha esposto la National Security Agency in una mostra a tutti. Tieni gli occhi aperti per gli specialisti della sorveglianza NSA. Potresti non essere in grado di individuarli, ma ricontrolla sempre la fotocamera del tuo telefono o tablet quando ti trovi in ​​luoghi remoti. Ricorda, il fratello maggiore è sempre a guardare.

Gli inserzionisti sono un’altra categoria di persone che potrebbero essere in grado di accedere alla tua privacy mobile. Sebbene non sia legale, trovano ancora modi per aggirarlo. Ora sorge la domanda, come vanno? Accedono ai tuoi dispositivi mobili e attivano la tua connessione Bluetooth o dati per farti accettare offerte e offerte speciali.

Infine, anche un membro della famiglia o il tuo ex potrebbero provare a utilizzare il software di spionaggio per vedere cosa stai facendo a porte chiuse.

Le app mobili ti rendono vulnerabile?

Scommetti. Tutte le app raccolgono dati personali. Nel momento in cui installi un’app, ti viene chiesto di fare clic su “Continua”. La maggior parte delle app trova la tua posizione esatta e alcune possono persino controllare determinate funzionalità del tuo smartphone, tablet o smartwatch, come fotocamera, calendario, torcia o sveglia. La più grande minaccia è rappresentata dalle app che possono accedere ai dettagli bancari. Se non adeguatamente protetti, i criminali informatici possono ottenere l’accesso e rubare le informazioni più sensibili.

Come proteggere il tuo dispositivo mobile

Solo perché i dispositivi mobili non sono così sicuri come pensavamo una volta, ciò non significa certamente che non è possibile prendere alcune misure proattive per rendere più difficile l’accesso ai dispositivi a terzi. Ecco alcuni passaggi che possono aiutare a proteggere il dispositivo da intrusioni indesiderate:

Imposta una sequenza di blocco dello schermo o una password. Anche se il blocco del telefono potrebbe non essere una misura di sicurezza al 100%, rimarrai sorpreso da quanto sia più sicuro di un telefono sbloccato. Pertanto, se porti un telefono sbloccato, fatti un favore e inizia a bloccare il telefono quando non è in uso.
Disattiva il GPS. Evita la tentazione di lasciare il tuo GPS acceso indefinitamente. In effetti, ogni volta che non si utilizza il GPS, è consigliabile disattivarlo. Lo stesso vale per le app mobili che ti chiedono di “opt-in” attivando il localizzatore di posizione. A meno che non ne abbia davvero bisogno, a volte è meglio lasciare il GPS spento.
Interrompere il salvataggio automatico delle password. Non salvare le password automaticamente. Sei più sicuro che dispiaciuto, e anche se ci vuole un po ‘più di tempo per digitare i tuoi passcode, ne vale la pena.

Eseguire backup regolari. Non aspettare che la funzione “AutoSave” del tuo computer si avvii. Invece, inizia a fare il backup dei tuoi dati a intervalli regolari.
Rimani aggiornato. Aggiorna tutto il tuo software, in particolare il tuo profilo antivirus. Fallo su tutti i dispositivi. Altrimenti, stai semplicemente rendendo troppo facile per gli intrusi indesiderati accedere alle tue informazioni personali.
Un’altra tattica che potresti prendere in considerazione l’adozione è l’utilizzo di app di sicurezza mobili. Ad esempio, se vuoi assicurarti che la tua identità rimanga privata, il download di un’app VPN gratuita potrebbe essere la soluzione più pratica.

Considerazioni aggiuntive

Se pensi che il tuo smartphone sia l’unico dispositivo mobile vulnerabile a ficcanaso o cyber attaccanti, ripensaci! I tuoi tablet e dispositivi indossabili, inclusi smartwatch e fitness tracker, rappresentano anche obiettivi principali per agenzie governative, inserzionisti, hacker o chiunque desideri attirare gli occhi sulla tua vita privata. Di fatto, recentemente, ci sono state segnalazioni crescenti di compagnie assicurative che estraggono i social media e l’attività di fitness degli assicurati e dei richiedenti.

Spero che questo articolo non ti abbia solo aperto gli occhi sui rischi di non proteggere i tuoi dispositivi mobili. Inoltre, se non lo hai già fatto, ti preghiamo di utilizzare questo come opportunità per mettere questi suggerimenti per una causa migliore.

Condiviso da: LifeHacks

Mantieni il team connesso con gli ultimi telefoni aziendali, i piani e il roaming su Wireless City.

Quando le decisioni devono essere prese in movimento. Mantieni il team connesso con gli ultimi telefoni aziendali, i piani e il roaming su Wireless City. Per ulteriori informazioni su questa soluzione, ti preghiamo di contattarci via e-mail all’indirizzo [email protected], chiamaci ora al numero 1-800–432–9556 o richiedi maggiori informazioni online qui.

Il post Prevenzione delle intrusioni indesiderate sui dispositivi mobili è apparso per primo su Wireless City.

Originariamente pubblicato su WordPress